X

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

NEWSLETTER

PRIVACY

REGALA CALORE AD UN SENZA TETTO

Aiutaci a scaldare il suo cuore

SCOPRI

STRUTTURA ASSOCIATIVA

La Ronda della Carità e della Solidarietà Onlus è un’Organizzazione di Volontariato iscritta al registro regionale del volontariato (n.2801 foglio n.701 Sezione A Sociale).
La sua amministrazione è affidata all’Assemblea dei soci, che elegge a sua volta un Consiglio Direttivo che in seguito elegge il Presidente, con un rinnovo annuale.

Maddalena Baietta, detta Magda
Presidente

Nata a Lodi il 31/03/1951, madre di tre figlie e nonna di tre nipoti. Fondatrice di Ronda Carità e Solidarietà Milano. Dal 1992 mi occupo di soccorso e aiuto alle persone in difficoltà, dopo aver partecipato a corsi di vario genere incentrati anche sulla gestione delle organizzazioni non profit, sugli aspetti sia amministrativi che di comunicazione. Per me il lavoro volontario deve essere svolto sempre al meglio, per poter portare un miglioramento nelle vite delle persone che si cerca di aiutare, dimostrando sempre la necessaria empatia per costruire relazioni significative, base per qualsiasi cammino personale. Cerco sempre di applicare il buon senso nella soluzione dei problemi e dalla lettura della realtà che quotidianamente vivo, immagino progetti e percorsi di inclusione per gli ultimi e di crescita per i miei volontari. Il volontariato è uno stile di vita formativo per tutti e per questo porta risultati positivi, sia ai singoli che alla società. E' importante continuare a tenersi aggiornati e approfondire le cause del disagio sociale, ma anche lavorare in rete per il ben comune e questo è l'obiettivo dell'Associazione che ho fondato e alla quale dedico tutto il mio tempo libero da oltre 15 anni.
Solange Bertrand
Vice-presidente

Francese di nascita (1948), italiana per amore e milanese di adozione dal 1971. Sei / otto mesi per imparare l’italiano e una lunga carriera di lavoro in un azienda internazionale attiva nel settore produttivo /commerciale a Milano e in giro per l’Italia come supporto operativo a una rete di agenti commerciali. Poi la pensione a 56 anni … e tanto tempo libero da dedicare agli altri e per conoscere la realtà della mia città. Girando per Milano ho visto con occhi diversi una realtà che sino ad allora non avevo notato: persone senza dimora, senza lavoro e con poche speranze. Casualmente una mia amica già pensionata mi ha avvicinata ad una Associazione specializzata nell’aiutare i neo-pensionati alla ricerca di un’attività di volontariato adatta alle proprie aspettative e competenze. Questo mi ha dato gli strumenti per scegliere le Associazioni con le quali impegnarmi. Dopo varie esperienze a Milano e all’estero seguendo mio marito nel suo lavoro, ho contattato Ronda leggendo sul sito internet del Ciessevi che cercavano volontari per il nuovo Centro diurno Punto Ronda. L’incontro è stato immediatamente positivo, mi sono sentita a casa, parte di un équipe composta da persone sensibili, positive, consapevoli che la solidarietà è elemento essenziale per aiutare coloro che hanno perso il lavoro, gli affetti e magari anche la casa, nel loro percorso per ritrovare in se stessi coraggio, autostima, speranza e autonomia per una nuova vita.
Valentina Grassi
Segretario

Nata a Cernusco sul naviglio nel 1992, traduttrice, ho scoperto Ronda perché volevo cominciare un'esperienza di volontariato a sostegno dei senza dimora. Tra tutte le associazioni di cui ero a conoscenza, Ronda è stata quella che da subito mi ha convinta davvero per filosofia e mission: dare un sostegno concreto alle persone al di là di ogni credo religioso e politico, con l'obiettivo di ascoltare e capire, oltre che fornire beni di prima necessità. Ho cominciato con una raccolta alimentare un anno fa,  e ora partecipo ogni settimana alle uscite serali con la nostra unità mobile. Vivere certe situazioni non è facile, e credo che  il percorso di crescita di un volontario non finisca mai; in Ronda, però, ho trovato volontari motivati e amici preziosi dai quali imparo ogni giorno. Orgogliosa di fare parte di questa squadra!
Veronica Agnelotti
Consigliere

Nata a Genova nel 1992 e cresciuta a Monza, sono entrata a far parte di Ronda nel 2016 come studentessa di Service Design, facoltà che promuove un approccio alla progettazione basato sullo studio approfondito del contesto e delle reali necessità dell’utenza. La decisione di trattare nella tesi il tema della distribuzione di beni di prima necessità alle persone senza fissa dimora mi ha portata a dare il giusto valore all’esperienza diretta della vita in strada e dei servizi territoriali legati a questo contesto. L’incontro con Ronda e con i volontari è stato da subito ricco di spunti e di opportunità al punto che, una volta laureata, ho continuato ad impegnarmi sia come volontaria dell’Unità Mobile che nell’organizzazione di iniziative benefiche, con l’obiettivo di dare un piccolo contributo al grande lavoro della rete di associazioni che promuovono quotidianamente uno spirito solidale e di speranza.
Nicolò Melli
Consigliere

Nato a Milano nel lontano 1989, sono entrato a far parte di Ronda circa 8 anni fa, spinto dal desiderio di dedicare parte del mio tempo a favore di coloro che vivono ai margini. Fin da subito mi sono sentito parte di una grande famiglia; lo spirito dell'associazione infatti va oltre la semplice distribuzione di generi alimentari, cercando di creare, con le persone che si incontrano, dei rapporti di fiducia che ne facilitino sia l'uscita dalla strada che il riacquisto della dignità personale. L'apertura del Punto Ronda e più recentemente dell'housing sociale hanno creato le condizioni affinchè l'associazione possa continuare a crescere, ampliando ulteriormente la gamma di servizi e contribuendo in maniera ancora più incisiva alla lotta contro la grave emarginazione sociale. E' sicuramente un lungo viaggio, ma nessuna cosa grande è mai iniziata senza un primo passo. 
Giorgio Paini
Direttore

Nato a Sondrio nell’ottobre del 1959 e milanese per adozione, dagli anni dell’università. Sposato e padre di un figlio, ingegnere e dirigente d’azienda nel mondo del profit, ho conosciuto e frequentato Ronda fino dal 2004. Dal dicembre 2017 mi occupo dell’attività di coordinamento, di direzione dei servizi e dei progetti che l’Associazione svolge, con l’intento di rendere l’azione di Ronda più efficace e incisiva, sempre più vicina ai bisogni di chi si trova in condizione di grave emarginazione, un fenomeno triste e molto complesso in generale, e in particolare in questa città in cui vivo da tanti anni. La speranza è di veder diminuire il bisogno ogni giorno di più…..
Davide Pisu
Coordinatore del Punto Ronda

Nato a Magenta il 30/05/1972, sposato. Dopo aver lavorato per più di dieci anni nel campo dell'informatica e dell'amministrazione aziendale, non trovando più senso nel mio lavoro, mi sono avvicinato ad una associazione che si occupa di grave emarginazione e dipendenze. Ho messo a disposizione il mio bagaglio di competenze amministrative ed informatiche, cercando in questo modo di dare il mio contributo al lavoro che gli operatori dell'associazione portavano avanti giorno dopo giorno. Ma non mi bastava: desideravo lavorare sul campo a contatto con le persone. Ho iniziato quindi la mia vita da operatore prima nell'ambito delle dipendenze, poi sono passato ad un servizio di prossimità per anziani in situazioni di disagio e solitudine. Negli ultimi cinque anni mi sono avvicinato al mondo dell'emergenza abitativa e dei senza dimora, seguendo un progetto di housing sociale e successivamente  lavorando in un servizio di accoglienza notturna. Ora, dopo oltre dieci anni dal mio “cambio di rotta”, la mia strada mi ha portato qui, in Ronda, dove ho trovato nuovi stimoli e un modo di operare nel sociale in cui la persona è realmente al centro del progetto.
Davide Mozzanica
Operatore del Punto Ronda

Classe 1983, psicologo per formazione ed educatore per scelta, ho avuto varie esperienze come operatore sociale in diversi ambiti nei quali ho acquisito le competenze relazionali e di progettazione educativa che ho poi portato in una realtà per me nuova e molto stimolante. Da sempre sensibile ai diritti degli ultimi e alla necessità di lottare per la loro difesa, dopo aver conosciuto Magda, Davide, Annalia e tutti gli altri ho deciso di legarmi a questa realtà sia per lo spirito e l’atmosfera che qui si “respirano” (gli stessi di cui parlano sempre anche gli utenti che entrano in contatto con l’associazione) che per la filosofia di intervento innovativa proposta, basata su un atteggiamento di reale aiuto e non di mera assistenza, su un’attenzione rivolta ai soggetti nella loro unicità e su una reale propensione al prendersi cura delle persone costruendo ogni percorso e ogni progetto di vita insieme al singolo. Con Ronda condividevo inoltre molti altri valori e principi della cui importanza mi sono sempre più convinto nel corso della mia carriera di operatore sociale, quali la centralità dell’ascolto, dell’impegno costante e della capacità di porsi come punto di riferimento affidabile per chi ha bisogno, unitamente ad una attenzione e una cura costanti verso il lavoro di rete così come al benessere e alla formazione continua di collaboratori e volontari.
Lia Calloni
Psicologa, progettista di Punto Ronda

Nata il 5 settembre 1992, vivo a Buscate insieme alla mia famiglia. Cresciuta con i valori dell’ascolto e del rispetto reciproco, ben presto ho capito di voler fare di questo la mia professione. Mi sono quindi iscritta alla facoltà di psicologia, interessandomi fin dai primi anni ai temi della psicologia sociale e di comunità. È proprio grazie a quest’ultima che, nel 2016, durante un convegno, ho conosciuto Ronda, rimanendone da subito molto colpita. Ho deciso così di svolgere il tirocinio curriculare del master che stavo frequentando presso il centro diurno “Punto Ronda” e dal quel momento ho capito di essere entrata in una vera e propria famiglia! I principi fondamentali dell’Associazione, come il rispetto della persona in quanto tale e la significatività delle relazioni, mi permettono di sperimentarmi e lavorare ogni giorno in un contesto in cui credo e che penso possa fare davvero la differenza per le persone che incontriamo.
Francesca Marcato
Assistente sociale Punto Ronda

Nata a Milano il 28/03/1994. Ho sempre svolto diverse attività di volontariato fino a che ho capito di volere spendermi professionalmente nel sostegno delle persone più fragili. Ho conosciuto Ronda nel 2015 durante la mia esperienza di tirocinio universitario…e non me ne sono più andata! Dopo l’anno di tirocinio ho continuato l’attività di Unità Mobile notturna, ho conosciuto meglio tutti i volontari, la realtà e i principi che muovono Ronda. Incontro, dignità, ascolto: le parole-chiave che guidano l’agire professionale e le attività dell’associazione. Lavorare a Punto Ronda e uscire insieme ai volontari con l’Unità Mobile mi permettere di crescere ogni giorno, mi arricchisce dal punto di vista personale e professionale e mi dà l’opportunità di sperimentarmi e mettermi in gioco quotidianamente.